Blog

This Is Our Yoga – Piero Vivarelli

Posted on lug 21, 2017

Dal magnifico progetto di...

Read More

Orari 2018-2019

Posted on giu 26, 2017

 ...

Read More

Dal 16 marzo all’AtmaStudio inizia un corso di Qi Gong e Taiji Quan

Posted on mar 24, 2017

Cosa è il Qi Gong e cosa è il Taiji Quan Il QiGong è una antichissima pratica con più di 4000 anni di storia i cui principi rappresentano le basi dell’intera Medicina Tradizionale Cinese. Il suo obiettivo è preservare o ripristinare la salute, accrescere la longevità, equilibrare le emozioni, sciogliere le tensioni emotive e del corpo, il tutto in fusione con la Natura. Si impara a lavorare (Gong) con l’energia (Qi) trovando nel corpo un giusto flusso e bilanciamento dell’energia vitale Qi. Il TaijiQuan (Pugno di velluto)   è una Arte Marziale che deriva dal Qi Gong. Nato come sistema di autodifesa è legato profondamente a concetti filosofici e morali e si completa in una specie di danza chiamata Forma. Quella che viene insegnata è la Forma Tradizionale 108 stile Yang, suddivisa in tre parti. Studieremo e praticheremo tecniche di Qigong semplici ed efficaci da applicare alla nostra vita quotidiana, utili ogni volta che sentiamo il bisogno di contrastare gli effetti dello stress e coltivare invece la nostra centratura interiore. Sarà un momento dedicato a noi stessi e al benessere del nostro corpo e della nostra mente. Impareremo le applicazioni marziali di base per la costruzione della Forma. Taiji e Qi Gong 2 La Scuola     INTERNATIONAL   WANG ACADEMY Fondata dal Maestro Dr. Wang Zhi Xiang,   medico e   profondo esperto di arti marziali, di agopuntura e massaggio Tuina, calligrafo e filosofo,   abita a Shangai e   viene in Italia due volte all’anno per i vari stage regionali ed europei, parlando   italiano riesce a trasmettere direttamente i suoi insegnamenti.   La Scuola si articola su questi livelli di studio: Base Fondamentali   – Qi Gong – Forma – Tui Shou – Applicazioni marziali – Interno Kung Fu.   –   Filosofia e Meditazione   L’insegnante: Edda Vittoria Venturi   Praticante da oltre venti anni di Taiji e Qi Gong,   Insegnante di Taijiquan stile Yang con diploma di 3 Dan FIWUK CONI ,   abilitata all’insegnamento dalla Italian Wang Academy   del   Maestro Dr. Wang Zhi Xiang   secondo i principi della “Scuola del Taiji Quan dell’Acqua”. Appassionata di cultura e medicina cinese sta frequentando la scuola   di   MTC con   indirizzo Alimentazione...

Read More

Newsletter dicembre 2016

Posted on dic 23, 2016

  Buon Natale e Felice Anno Nuovo       Ciao, Osservare i continui e meravigliosi cambiamenti che la natura via via esprime con il passare delle stagioni, è una fonte di ispirazione per comprendere e onorare i naturali cambiamenti che, anno dopo anno, sperimentiamo in noi stessi. Ti auguro dal profondo del cuore un Buon Natale e un Nuovo Anno ricco di profonde comprensioni. Con amore e gratitudine                                                                 Piero LE LEZIONI NATALIZIE ALL’ATMASTUDIO (Lunedì 9 gennaio 2017  riprenderà la schedule settimanale) Sabato 24 dicembre 10.00 -11.30 lezione base/multi con Piero Martedì 27 dicembre 18.00 -19.30 lezione base/multi con Piero Giovedì 29 dicembre 18.00 -19.30 lezione base/multi con Andrea Domenica 1 gennaio 11.00 -12.30 lezione base/multi  con Piero Martedì 3 gennaio  18.00 -19.30 lezione base/multi con Andrea EVENTI FUORI PORTA 21 GENNAIO – ROMA Workshop di Anusara Yoga francesca@hathayoganusasanam.it tel.347.7565758 26 MARZO – BRESCIA – DHARMIKA SPAZIO YOGA Workshop di Anusara Yoga dharmika.sy@gmail.com www.yogadharmika.it tel.3356474128 EVENTI SPECIALI OTTOBRE 2016 – APRILE 2017 ATMASTUDIO – BOLOGNA Anusara Yoga Teacher Training  Per saperne di più… 28/29 GENNAIO 2017 – MILANO – SATTVASTUDIO Anusara Yoga Advanced Teacher Training con Piero Vivarelli e Alessandra Di Prampero Come Costruire le Sequenze Dettagli in via di definizione 18/19 FEBBRAIO 2017 – ATMASTUDIO – BOLOGNA Anusara Yoga Advanced Teacher Training con Piero Vivarelli  Insegnare il Pranayama Dettagli in via di definizione 18/19 MARZO 2017 – ATMASTUDIO – BOLOGNA Anusara Yoga Advanced Teacher Training con Andrea Boni e Piero Vivarelli Insegnare la Meditazione Dettagli in via di definizione 6/7 MAGGIO 2017 – ATMASTUDIO – BOLOGNA Anusara Yoga Advanced Teacher Training con Piero Vivarelli e Andrea Boni Osservazione e Aggiustamenti Dettagli in via di definizione 19, 20 e 21 MAGGIO 2017 – ATMASTUDIO – BOLOGNA workshop con Desire Rumbaugh  Tutte le informazioni 30 MAGGIO – 4 GIUGNO 2017 – MERANO Samavesha – Anusara Yoga Festival www.anusara.com Piero su  In questa breve introduzione, ascolterai quali sono le caratteristiche principali della scuola Anusara, da dove deriva, la visione dell’universo secondo la filosofia Tantrica  Continua…...

Read More

Corso di Yoga in gravidanza

Posted on ott 18, 2016

YOGA IN GRAVIDANZA ALL’ATMASTUDIO Abbiamo creato questa nuova opportunità all’Atma Studio per ispirare le donne in dolce attesa a scoprire e aprire nuovi spazi fisici e mentali, entrando in contatto con il proprio corpo e il bebè, in un ambiente allegro e accogliente. Lo yoga specifico per la gravidanza è una delle migliori forme per coltivare benessere fisico, mentale e spirituale, sviluppare forza e flessibilità, prepararsi ad un parto attivo e consapevole. Le lezioni sono rivolte sia a chi non ha mai praticato yoga, sia a chi già pratica. Chi non ha una pratica regolare di yoga è benvenuta a partire dalla quattordicesima settimana fino a prima di partorire. Il corso si terrà il martedì mattina dalle 11.00 alle 12.30. È previsto un abbonamento dedicato: 5 ingressi di lezioni di yoga in gravidanza …..60 euro Tessera associativa (che comprende anche l’assicurazione) …………………………………20 euro Inizio del corso: martedì 8 novembre 2016 Scarica qui il pdf yoga-in-gravidanza1 L’insegnante: Claudia Sponton Laureata in filosofia presso l’università di Bologna, Claudia è tornata da poco a vivere in Italia, come insegnante di Anusara Elements, dopo aver studiato con Benita Galvan e Carolina Ramirez allo Yoga Lab di Santiago del Cile, e aver praticato vari anni al triyoga di Londra, dove si è formata come insegnante di yoga e yoga pre-natale con Nadia Narain. Oltre a Benita, Carolina e Nadia, i maestri che hanno avuto una maggiore influenza nella sua formazione sono: Piero Vivarelli, Andrea Boni, Alessandra di Prampero e Carlos Pomeda. Claudia è mamma di due bambini e adora condividere momenti con altre mamme in questo periodo così magico....

Read More

Piero Vivarelli: espansione e cuore morbido

Posted on ott 7, 2016

Trovate sul sito di Yoga Journal una nuova intervista a Piero Vivarelli fatta da Marina Nasi, giornalista e frequentatrice dell’AtmaStudio Un buon insegnante capitalizza tutta la sua esperienza di vita nello yoga. Parola di Piero Vivarelli…. http://www.yogajournal.it/piero-vivarelli-espansione-cuore-morbido/   Lo confesso: sono di parte. Piero è il mio maestro e intervistarlo mi diverte ed emoziona allo stesso tempo. Ho cominciato a fare pratica con lui cinque anni fa, in un centro privo di fronzoli nella prima periferia di Bologna, ignara del fatto che si trattasse di uno degli insegnanti più “quotati”, nonché il primo in Italia a ottenere la certificazione di Anusara Teacher. A trascinarmi con crescente convinzione nelle sue classi è stato il lavoro di grande intelligenza sul corpo, chiarissimo fin dalla prima, intensa lezione, unito alla sua simpatia e all’atmosfera apparentemente scanzonata che si respira nella shala. In realtà, con Piero Vivarelli diventare entusiasti dello yoga è tutt’altro che raro. Le sue lezioni, per usare un termine inglese, sono uplifting: ti tirano su, irradiano energia. L’enfasi sugli allineamenti, il lavoro sui guerrieri, la continua esortazione a fare un piccolo sforzo in più si sposano con una passione genuina e con piccoli semi teorici (ogni lezione inizia con un mini-discorso introduttivo al tema del mese, che poi guiderà la pratica) che chi vuole può lasciar germogliare dentro di sé, innamorandosi un po’ di più dello yoga, anche spirituale, e approfondendone la filosofia. In genere accade, e la folla eterogenea (che comprende anche molti uomini) che segue Piero nelle sue classi sembra illuminarsi della sua stessa energia positiva e gioiosa. E se si prende sul serio non lo dà a vedere, proprio come il maestro. Che, a dispetto della grande “fisicità” delle sue lezioni, si è invece avvicinato allo yoga nel modo più tradizionale e canonico, quello che vede le asana come una forma di fortificazione del corpo, affinché questo sia in grado di sostenere una lunga meditazione.   YOGA JOURNAL: Quindi hai iniziato dalla meditazione… PIERO VIVARELLI: Sì. Quando ho incontrato il mio maestro spirituale: una folgorazione. Ma il mio corpo non mi permetteva di stare nemmeno dieci minuti senza muovermi. Così ho iniziato a fare Hatha per poter meditare senza soffrire troppo. Almeno a livello fisico.   Perché, a livello emotivo ti ha fatto soffrire? C’è chi pensa che la meditazione sia fatta per essere felici. In realtà è un processo di conoscenza e a volte conoscersi e conoscere può anche provocare sofferenza. Affinché poi questo ci porti a uno stato di maggior benessere, anche quando si soffre. La sofferenza fa parte della vita, lo yoga e la meditazione ti aiutano a gestirla e comprenderla. Ma se non la si provasse si sarebbe insensibili, e non credo che lo yoga renda insensibili.   Quanti anni avevi e da che background venivi? Avevo 33 anni. E correvo con le automobili… Questa era, principalmente, la mia attività (oltre che il suo lavoro: era caposervizio di una rivista di automobilismo, N.d.r.).   Avevi già quest’aria tranquilla, di chi difficilmente si scompone? No, decisamente no! Anzi, ero un po’ irascibile. È uno degli aspetti caratteriali che più sono stati influenzati dallo yoga. Non vuol dire che sia cambiata la mia indole, però ho imparato a essere consapevole di certe caratteristiche, a controllarle, pensare e restare in ascolto prima di agire.   E il corpo come è cambiato con la pratica? Ho iniziato a conoscerlo. Prima ero inconsapevole del mio tipo di fisico. Avevo le scapole alate, le gambe storte… Sono diventato più aperto, più morbido, più resistente.   A proposito di resistenza: le tue lezioni sono impegnative, a volte richiedono sforzo e molto coinvolgimento… Lo sforzo è necessario. Il principio è quello di equilibrare sforzo e abbandono. Perché se sei solo nella fase della fatica, dell’impegno teso,...

Read More